L’Everest diventa a numero chiuso, le motivazioni della scelta

Il sovraffollamento sull’Everest è un problema crescente che ha attirato molta attenzione negli ultimi anni, soprattutto durante le stagioni di scalata. Questo aumenta il rischio di incidenti e può rendere più difficili e lenti i soccorsi in caso di emergenza

Il tribunale del Nepal ha ordinato al governo di limitare il numero di permessi rilasciati per la scalata dell’Everest e delle altre vette dell’Himalaya. Questo perché la presenza eccessiva di alpinisti, l’uso degli elicotteri e la grande quantità di rifiuti causerebbero preoccupazione per quanto riguarda la tutela dell’ambiente. Lo ha fatto sapere all’AFP un avvocato che aveva presentato una petizione chiedendo la riduzione dei permessi. La sentenza è stata emessa a fine aprile, ma una sintesi è stata pubblicata solo questa settimana. Quest’anno il Nepal ha concesso permessi a 945 scalatori per le sue montagne, di cui 403 per l’Everest. 

La decisione del tribunale

È stato ordinato di limitare il numero di alpinisti”, ha detto il legale Deepak Bikram Mishra. “Stiamo esercitando troppa pressione sulla montagna e dobbiamo darle un po’ di tregua“, ha continuato. Nella sintesi della sentenza si afferma che la capacità delle montagne “deve essere rispettata” e che si dovrebbe determinare un numero massimo adeguato di permessi. Secondo gli esperti almeno quattro degli undici decessi avvenuti durante il picco di affluenza sono stati attribuiti al sovraffollamento, mentre un enorme ingorgo di traffico umano sull’Everest nel 2019 ha costretto le squadre ad aspettare ore in vetta a temperature gelide.

Everest
Everest | pixabay @ThirdEye_Adventure – Montagneracconta.it

Il presidente della Nepal Mountaineering Association, Nima Nuru Sherpa, ha dichiarato che tali decisioni devono essere prese dopo uno studio adeguato e una consultazione con le parti interessate. “Non è chiaro al momento quale sarà l’impatto sul settore. Non sappiamo su quali basi verranno stabiliti i limiti e come verranno suddivisi tra gli operatori delle spedizioni“. “La nostra attenzione dovrebbe invece concentrarsi su come possiamo rendere le montagne più sicure”, ha continuato.

La Repubblica dell’Himalaya ospita otto delle 10 vette piu’ alte. Per scalare l’Everest, la vetta più alta del mondo, è necessario fare richiesta e pagare 11.000 dollari. Le altre montagne più alte del mondo (sempre in Nepal) sono: Kanchenjunga, Lhotse, Makalu, Cho Oyu, Dhaulagiri, Manaslu e Annapurna, che superano tutti gli 8.000 metri di altitudine. La decisione del tribunale ordina anche restrizioni sull’uso degli elicotteri solo per i soccorsi di emergenza.

I problemi causati dal sovraffolamento

Il sovraffollamento sull’Everest è un problema crescente che ha attirato molta attenzione negli ultimi anni, soprattutto durante le stagioni di scalata. Questo aumenta il rischio di incidenti e può rendere più difficili e lenti i soccorsi in caso di emergenza, poiché le risorse sono limitate e la congestione rallenta i movimenti. Inoltre l‘accumulo di rifiuti è un problema molto rilevante. Una soluzione è limitare il numero di permessi di scalata rilasciati ogni stagione e promuovere programmi di educazione per gli scalatori. Il sovraffollamento sull’Everest è un problema che richiede un approccio multidisciplinare e collaborativo tra governi, organizzazioni di alpinismo, guide e scalatori per garantire la sicurezza e la sostenibilità ambientale.

Impostazioni privacy